Crea sito

Arance Rosse Siciliane: eccellenza meridionale da quasi mille anni

L’Arancia Rossa di Sicilia è uno degli alimenti simbolo della Sicilia, è caratterizzata da una polpa di colore rosso molto accesso e da una scorza di colore verde con sfumature arancioni e rosse. Queste peculiarità la contraddistinguono dalle altre arance tipicamente importate, come: la Newhall, dalla forma ovale e dalla polpa arancione, la Valencia, dalla forma rotonda e dalla polpa di colore arancione chiaro, e la Washington Navel, dalla forma rotonda e con una polpa di colore arancione scuro.

La coltivazione di questo frutto si concentra nelle zone della Sicilia Orientale, in particolar modo nelle province di Catania, Enna e Siracusa, dove sono presenti particolari caratteristiche climatiche fondamentali alla formazione degli alti livelli di zuccheri, tipici delle arance siciliane.

L’arrivo delle Arance in Sicilia si deve agli arabi, che introdussero forme primitive di arancio intorno all’XI secolo per scopi religiosi ed ornamentali. Solo a partire dal XVIII secolo la Sicilia ha acquisito una posizione strategica nella coltivazione e commercializzazione di agrumi, diventando un punto di riferimento nella produzione mondiale di arance.

Dalla metà dello scorso secolo le arance hanno assunto un ruolo sempre più importante nell’economia della regione, tanto da essere considerato un marchio a indicazione geografica protetta.

Le varietà di Arancia Rossa di Sicilia riconosciuta sono:

Tarocco: ha una forma leggermente più allungata, una popola di colore arancione con macchie rosse intense, una buccia di colore rosso sgranato ed è priva di semi.  La varietà Tarocco è quella con le origini più recenti e nasce proprio nella provincia di Siracusa, dove ad oggi è concentrata la sua produzione. Possiamo contraddistingue inoltre diverse tipologie di Tarocco, tra le quali: Tarocco Comune, Tarocco Galice, Tarocco Gallo, Tarocco Messina, Tarocco dal Muso, Tarocco Nucellare 57-IE-1, Tarocco Nucellare 61-1E-4, Tarocco Catania, Tarocco Scirè, Tarocco rosso

Moro: ha una forma ovoidale, il colore della buccia è arancione con sfumature più intense, la polpa è tendenzialmente di colore rosso scuro e come la varietà Tarocco non presenta semi. Possiamo inoltre distinguere la varietà in: Moro Comune e Moro Nucleare.

Sanguinello: presenta una forma rotonda, il colore della buccia è arancione con sfumature rosse, la polpa invece è arancione con striature rosse accese. Questa varietà è estremamente succosa ma molto zuccherina, il che la rende quella meno utilizzata fra tutte le varietà. Come per le precedenti varietà, anche il sanguinello può essere distinto in diverse tipologie, come: Sanguinello Comune, Sanguinello Moscato, Sanguinello Moscato Nucellare 49-5-3, Sanguinello Moscato Nucellare 49-5-5, Sanguinello Moscato Cuscunà.

 

Gli utilizzi che vengono fatti di questo frutto sono molteplici, l’Arancia Rossa di Sicilia, infatti, è perfetta per la preparazione di succhi, marmellate, insalate, salse liquori e dolci, come i canditi preparati con la scorza. Le Arance siciliane abbondano di vitamina A, B e C sono inoltre ricche di Antocianine cioè sostanze antiossidanti estremamente importanti per l’organismo.

L’apprezzamento per questa categoria di agrumi sta crescendo notevolmente, venendo apprezzata sempre di più in Italia e anche nei mercati stranieri come quello Cinese. Dopo anni in cui la crisi ha messo a dura prova i produttori, si sta osservando un aumento dei volumi di commercializzazione del 50%.

Sono tanti altri i frutti appartenenti al territorio che meriterebbero attenzione, rinnovo il mio invito a seguire il blog per ulteriori articoli e approfondimenti sulle peculiarità alimentari ed imprenditoriali siciliane.